VENIRE ALLO SCOPERTO

Pere Borrell del Caso (1835–1910) Escapando de la crítica (1874)

Mi piace lo “SCOPERTO”, non nel senso dell’assegno “cabriolet”, ma in quello del “VENIRE ALLO…”.

VENIRE ALLO SCOPERTO è una locuzione che mi suona bene, sa di battagliero, onesto, coraggioso, pulito.
 
Per esempio amerei che l’M5S venisse allo scoperto con un voto, favorevole o affossatore a sua scelta, su un governo che si presenti alle camere, che il centro destra venisse allo scoperto proponendo il nome della personalità che vuole come nuovo Presidente della Repubblica, che Matteo RENZI venisse allo scoperto nel partito del quale è iscritto e dirigente presentando in Direzione la propria linea e, se lo ritenesse, una nuova leadership, in modo da sottoporle al dibattito e al voto, che Pier Luigi BERSANI… no, lui, votato come Segretario nelle primarie da alcuni milioni di donne e uomini, allo scoperto c’è già e limpidamente, e segue la linea di comportamento decisa all’unanimità.