Di consulte, di regole e di altre sciocchezze

disegno di Copi
disegno di Copi

Sembra che il tema centrale della consulta congressuale del Pd, quella costituita per discutere le famose “regole”, sia se fare i congressi locali solo con gli iscritti oppure no,  se farli prima, slegandoli dal Congresso nazionale, ovvero dai candidati alla segreteria.

Qualcuno fa umilmente notare che per cambiare le regole, ci vorrà una larga maggioranza in assemblea, che probabilmente non c’è.

Ma la questione vera è un’altra: perché si vogliono cambiare le regole ora? Perché far nascere il sospetto che si voglia favorire la corsa di qualcuno, ovvero complicare la vita a qualcun altro?

Davvero tutto ciò interessa agli italiani? Non sarebbe meglio sviluppare un ampio dibattito politico che magari coinvolga quei mondi sempre più distanti, sempre più sospettosi nei confronti del Pd?