Giù la testa coglione

disegno di Fulvio Ichestre
disegno di Fulvio Ichestre

Ha detto ieri il viceministro dell’Economia, Stefano Fassina, al convegno Confcommercio:

“Esiste un’evasione di sopravvivenza. Senza voler strizzare l’occhio a nessuno senza ambiguità nel contrastare l’evasione ci sono ragioni profonde e strutturali che spingono molti soggetti a comportamenti di cui farebbero volentieri a meno”. 

Fulvio Ichestre aveva scritto qualche tempo fa a proposito di un’altra esternazione di Fassina (ma va bene anche per quella di ieri):

Ho rivisto un pezzo di “Giù la testa coglione” una storia di rivolta e tradimenti. Ogni rivolta ha i suoi traditori e i suoi coglioni. Ho pensato a stasera quando ho ascoltato Fassina dire che lui aveva la verità, la sua verità. La qualifica di traditore non ha senso oggi, quando ognuno va per conto suo, Ma si potrà pensare e dire che quella di Fassina è una coglionata ?

Tito Boeri, oggi, su Repubblica.

Non sarebbe meglio ridurre la pressione fiscale sul lavoro per tutte le imprese e, al tempo stesso, rafforzare i controlli? La verità non detta da Fassina e da chi ieri lo ha applaudito è che chi oggi vuole abolire le tasse sulla casa, anziché quelle sul lavoro, e vuole tollerare maggiormente l’evasione, ha scelto di far pagare di più le tasse a chi le ha sempre pagate. È una scelta di politica economica conseguente, che ha accomunato i governi di centro-destra, che hanno in gran parte gestito la politica economica in Italia negli ultimi 15 anni.

Ma se Fassina si lascia prendera la mano da un atteggiamento tipico della “destra” (il populismo), Civati tiene dice cose di “sinistra” e rilancia con una campagna per chiedere l’abbassamento delle tasse sul lavoro.

Srive Pippo Civati

Bisogna riacquistare credibilità agli occhi dei cittadini, dopo decenni di promesse. Per questo chiediamo al Governo di fare quello che nessuno è stato in grado di fare per oltre 30 anni: abbassare le imposte sui redditi da lavoro, subito. Se esistono le risorse per tagliare l’Imu sulla prima casa o per evitare l’aumento dell’Iva, allora esistono le risorse per tagliare le aliquote dell’imposta sui redditi. . Così facendo sosterremo il reddito di tutte le famiglie italiane, e non solo di quelle proprietarie, e riusciremo a diminuire il cuneo fiscale che grava sul costo del lavoro per le imprese.