Raglia, raglia, giovane Itaglia

Quando penso a Crimi e ai piccoli saccenti che seguono le direttive di Grillo mi torna in mente il grande Jacovitti che sfotteva i giovani fascistelli scrivendo: “Raglia, raglia, giovane Itaglia“, oppure: “Eja, eja baccalà