Vai avanti tu che mi vien da ridere

disegno di Fulvio Ichestre
disegno di Fulvio Ichestre

Quando Paolo Becchi parla di politica (si fa per dire), non si sfugge al dejà vu “Vai avanti tu che mi vien da ridere“.
E ogni volta, il giorno dopo sul blog, Grillo, o chi per lui, si affretta a precisare che si tratta del suo proprio “pensiero”.
Repetita juvant.
Per me Grillo, per farlo scrivere al suo posto, gli regala ogni volta una bottiglia di Barbera. [Fulvio Ichestre]